Chi sono e Contatti

Contatti

Effettuo colloqui di Terapia Breve a distanza:
Video-chiamata Whatsapp: 380/5219406  |  Skype: bernardo.paoli  |  Piattaforma web-meeting: zoom.us

Puoi contattarmi su Whatsapp – sia via telefono sia via messaggio – al numero 380/5219406 
oppure tramite e-mail all’indirizzo bernardo.paoli.492@gmail.com.

Ricevo giovedì, venerdì e sabato dalle ore 7:30 alle ore 16:00 (ore italiane). 

Terapia Breve a distanza e “viaggio della vita”

Sono il primo psicologo italiano a effettuare colloqui esclusivamente on-line. Sto facendo il “viaggio della vita“, e in questo momento mi trovo in Giappone

Faccio terapia a distanza da diversi anni ormai: all’inizio per dovere (pazienti che si spostavano in altri paesi per lavoro e mi chiedevano di poter continuare la terapia on-line), poi per scelta (nei dati che ho raccolto durante la pratica, i pazienti che hanno fatto terapia a distanza hanno avuto miglioramenti in tempi più brevi). Certo, non tutti i problemi possono essere presi in carico on-line, ma la psicologia e la psicoterapia da sempre seguono l’uomo ovunque arrivi… anche nelle conquiste tecnologiche. Una domanda però nasce spontanea: “E la relazione? Impossibile creare un rapporto terapeutico attraverso l’on-line”. Capisco bene il dubbio, anche perché è lo stesso che avevo anch’io all’inizio. Ma il bello della scienza e della ricerca è che non si basano su opinioni e sospetti ma su dati: fai un’ipotesi, la valuti raccogliendo dei dati, e poi trai (solo alla fine) le conseguenze. Sono davvero grato del lavoro che faccio perché oltre a essere la passione della mia vita, facendomi assistere al miglioramento delle persone, mi permette anche di non dover avere a tutti i costi un luogo fisico, statico, come un dentista che deve piazzare per forza la sua poltrona da qualche parte, e non può spostarla. Non sapevo che avrei avuto questa opportunità quando ho iniziato gli studi in psicologia, anni in cui Skype e video-chiamate su Whatsapp non esistevano non solo come parole ma neanche come concetti. Raccolgo quindi il bello che la mia professione mi offre, e mi affido a quello che Aristotele diceva fosse la virtù: fare le cose bene (cioè sviluppare un’ottima competenza in un ambito specifico), fare le cose buone (ovvero far sì che di questa competenza gli altri possano giovare), e gioire del bello in tutte le occasioni che capitano, sia quelle che ti sei costruito, sia quelle che la vita ti pone davanti. “Però, insomma, la relazione?”. L’idea che mi sono fatto è che la terapia a distanza funziona bene quando una relazione già c’è, quando una persona già a distanza si sente in relazione con il terapeuta: per i libri che scrive, per le foto e i messaggi che lascia sui social, per le conferenze aperte a tutti fatte qua e là per l’Italia. Alcuni colleghi mi hanno detto che questo “viaggio della vita” che sto facendo è “davvero una figata” ma che è anche un gesto un po’ spericolato (“Facendo solo terapie a distanza cosa accadrà”?). Vedremo. Quello che so è che solo rischiando un po’ si ottiene dalla vita molto più di quanto si potesse immaginare.

Da settembre 2019 effetto colloqui esclusivamente on-line mentre percorro le strade del “viaggio della vita“: al momento ho visitato India e  Giappone.

Non è proprio possibile lavorare con te dal vivo?“. Sì, è possibile, in tre modi:
(1) Se sei già un mio paziente/cliente a distanza; quando sono a Torino è possibile fare delle sedute dal vivo e di ipnosi.
(2) Chiedendo di poter prendere parte a una one-long-session coaching.
(3) Seguendo i corsi di formazione che tengo in Italia. 

Approfondisci il tema della Terapia Breve e Ipnosi.
Seguimi sulla pagina Facebook in cui pubblico nuovi dialoghi terapeutici, 
e su Instagram in cui documento l’esperienza del viaggio della vita.

Curriculum breve

Sono psicologo, psicoterapeuta, coach e formatore aziendale su tematiche relative alla comunicazione efficace, alla narrazione e al problem solving creativo. Sono docente di Terapia Breve, e co-fondatore dell’Accademia delle Tecniche Psicologiche, con cui sto lavorando a una grande raccolta di tecniche psicologiche al fine di rendere questo patrimonio disponibile a ogni psicologo. Sono membro del consiglio direttivo della Società Scientifica di Psicoterapia Strategica, con cui stiamo effettuando una ricerca quantitativa sugli outcome della Terapia Breve, e una ricerca qualitativa sui drop-out per indagare come mai un paziente decide di interrompere un percorso psicoterapeutico. Ho ideato il metodo ScritturaStrategica®, e nei prossimi mesi pubblicherò un video corso sul self-coaching utilizzando la scrittura. Sono autore di Parlare da Dio, Come parla un terapeuta, Comunicazione efficace: obiettivi e strategie, e de La sottile arte di incasinarsi la vita uscito recentemente per Mondadori. Puoi leggere il Curriculum approfondito su Linkedin.

Qualcosa su di me attraverso le parole
di chi ha letto La sottile arte di incasinarsi la vita 

“Un libro programmaticamente generoso. Il percorso di Bernardo Paoli riflette l’esigenza di esplorare territori nuovi nell’ambito della cura della sofferenza mentale.” 
(Matteo Rampin, psichiatra, autore di Al gusto di cioccolato)

“Ho consigliato questo testo a molti giovani psicologi proprio per la sua utile spendibilità pragmatica, una mappa di valore che, seppur impossibilitata di definire una volta per tutte il territorio (come d’altronde nessuna mappa può fare), consente di seguire un agile percorso verso il benessere.”  
(Flavio Cannistrà, psicoterapeuta, co-autore di Terapia a
seduta singola
)

“’La sottile arte di incasinarsi la vita’ è un gioiello, una traduzione letteraria della professionalità dell’autore tutta votata a un’estetica dell’efficacia e dell’efficienza. Lo stile sciolto, rapido, a tratti pungente, icastico, lo rende appassionante. Tutto il libro è intriso del vissuto dell’autore e dell’esperienza concreta di anni di pratica, a partire dai dialoghi terapeutici, tecnica narrativa estremamente coinvolgente che scansa il noioso fare didattico e porta direttamente il lettore alla comprensione del problema e della sua complementare strategia risolutiva. La terapia breve non avrebbe potuto avere presentazione migliore.”
(Grégorie Vitry, direttore generale e co-fondatore del LACT Research di Parigi)

“È un forte stimolo a esaltare la creatività che è in noi.”
(Marco Aimone, prestigiatore, presidente del Circolo Amici
della Magia)

“Un testo che rimette (finalmente) la persona al centro.” 
(Federico Piccirilli, psicoterapeuta, co-autore di Terapia a
seduta singola)

“Ciò che negli anni ha sempre portato professionisti e scienziati a incasinarsi la vita – schierandosi a volte verso una possibile base biologica e altre verso una deriva più steoritipico-culturale del comportamento umano – è descritta egregiamente da Bernardo nei differenti club psicologici, armonizzando le inclinazioni psicologiche in un perfetto mix tra natura e cultura.” 
(Fabrizio Quattrini, sessuologo, autore di Parafilie e devianza)

“Bernardo, abile e sofisticato radunatore di idee e costruttore di ponti logici, rende comprensibile l’inatteso, porta luce nell’ombra, creando nuove ombre che si inseguono nella mente vivace di un lettore non convenzionale che non cerchi la banalità.” 
(Max Damioli, formatore, autore de Il libro del respiro)

“Questo libro è stato una grande scoperta: è una lettura che si differenzia dai soliti manuali sul tema. I dialoghi sono un modo efficace per avvicinare tutti alla psicoterapia; leggerli è stato come entrare nello studio dell’autore e toccare con mano il processo del cambiamento.”
(Roberto Tavella e Nancy Citro, fondatori di Reboot, scuola di improvvisazione teatrale)

“Leggere ‘La sottile arte di incasinarsi la vita’ è stato avventuroso quanto giocare in un giardino-labirinto. Le parole di Bernardo sono un filo di Arianna: aiutano a individuare le virtù psicologiche insite nelle strategie fallimentari adottate, e a trovare finalmente la via d’uscita. Con ironia Bernardo suggerisce come affrontare con coraggio, consapevolezza e un sorriso sulle labbra la strada che conduce alla libertà.”
(Silvia Schiavo, formatrice, docente della Scuola Holden)